17 APRILE 2024

08:45

NOTIZIA DI SPORT

DI

580 visualizzazioni


17 APRILE 2024 - 08:45


NOTIZIA DI SPORT

DI

580 visualizzazioni



CALCIO: Caso Pistoiese, protestano Ravenna e Forlì

I due club romagnoli, che perderanno 6 punti in classifica, hanno rilasciato dei comunicati.

Arrivata l’ufficialità dell’esclusione della Pistoiese dal campionato di serie D, sono tanti i cambiamenti che avverranno in classifica a tre giornate dal termine. Forlì e Ravenna sono le più penalizzate da questa situazione, avendo vinto due volte su due contro la squadra toscana: se i giallorossi vedono raddoppiare lo svantaggio dalla capolista Carpi (ora a +2), i galletti perdono punti preziosi in ottica playoff. Le società dei due club sono entrambe intervenute con un comunicato per esprimere il proprio disappunto sulla gestione dell’intera vicenda; così recita quello ravennate:  “La società Ravenna Football Club 1913 è costretta a prendere atto, con enorme amarezza, che ancora una volta il merito sportivo è stato calpestato anzi annullato da comportamenti scandalosi che nulla hanno a che fare con la giustizia e la lealtà. È difficile dover fare i conti con una normativa lacunosa e totalmente insufficiente a fronteggiare la dissennata gestione di società sportive che operano senza il minimo rispetto dei sacrifici altrui; molto semplicemente, sarebbe stato sufficiente fermare la Pistoiese al termine del girone di andata allorquando tutti gli addetti ai lavori erano a conoscenza della reale situazione. A farne le spese - prosegue la nota - una squadra, una tifoseria e una città che hanno giocato, lottato e gioito nel pieno rispetto delle regole, senza tuttavia poter provare a coronare un percorso che meritava tutt’altra considerazione. Preso atto della surreale situazione creatasi, la società, forte della straordinaria capacità del proprio staff e dei suoi giocatori già espressa sul campo, non lascerà nulla di intentato, riservandosi al tempo stesso ogni azione possibile volta a tutelare i propri interessi presso gli organi competenti”.

Sulla stessa lunghezza d’onda i biancorossi: “Il Forlì Football Club a partire dal suo presidente Gianfranco Cappelli esprime il totale disappunto per l’esclusione della Pistoiese e il conseguente annullamento di tutti i risultati sportivi sin qui maturati contro la squadra toscana. Gli impegni a tutti i livelli economici e sportivi da noi profusi in questi mesi ed anni vengono oscurati da comportamenti altri che, oltre a non avere a che fare con la giustizia, calpestano in maniera totale i valori di lealtà e rispetto che lo sport si pone di insegnare. Abbiamo affrontato sul campo la Pistoiese due volte in questa stagione. In ambedue le occasioni abbiamo raccolto risultati sportivi di altissimo profilo che hanno portato sei punti conquistati sul campo – sottolinea il presidente Cappelli - .Vedere cancellati oggi, a tre giornate dalla fine, gli sforzi della società è del tutto irrispettoso e sentiamo possa aver provocato un forte disagio alla credibilità del campionato. Ci troviamo ad essere penalizzati esattamente come se non avessimo adempiuto ai nostri doveri che, invece, abbiamo puntualmente rispettato. Portiamo avanti il club con orgoglio guardando sempre alla nostra crescita, progettando il futuro basandoci sulla sostenibilità. Questa vicenda provoca sei punti in meno di cui non abbiamo alcun tipo di responsabilità. Ci auguriamo che questa brutta pagina possa essere il vero punto di partenza affinchè si trovino le più idonee soluzioni a garantire la credibilità del campionato basato esclusivamente su meriti sportivi, oltre al rispetto delle regole e delle persone che investono soldi, tempo ed energie a tutti i livelli nel mondo dello sport".




ALTRE NOTIZIE DI SPORT

CALCIO: Grammatica attende di conoscere il futuro, "Priorità al Ravenna" | VIDEO

Il futuro del Ravenna è tutto da scrivere, quello di Grammatica... pure. Il direttore sportivo sarebbe più che intenzionato a confermare il proprio impegno anche nella prossima stagione. "Se sarò ancora io il ds - precisa lui - avrò bisogno di confrontarmi con la proprietà per capire quale sarà l'obiettivo, l'ambizione e il tipo di calcio che si vorrà fare. Io sono convinto che in questa squadra ci siano almeno quattro giocatori di categoria superiore che hanno dimostrato ampiamente le proprie qualità e altri ancora che possono far parte di un gruppo di una squadra di serie C: da quelli si potrebbe ripartire". La vittoria del campionato non è arrivata ma il giudizio di Grammatica sulla stagione del Ravenna resta comunque molto chiaro. "È un fatto su cui ho riflettuto molto in questi giorni: nella mia carriera ho avuto la fortuna di vincere tre campionati di C ma questa la considero la stagione migliore perché è stata veramente complicata per tutto quello che è accaduto". Un legame che si è fatto strettissimo anche con la tifoseria della "Mero". "Con loro ho costruito un rapporto molto franco e sento di doverli ringraziare a uno a uno perché il loro calore non è mai mancato".