16 APRILE 2024

09:41

NOTIZIA DI SPORT

DI

360 visualizzazioni


16 APRILE 2024 - 09:41


NOTIZIA DI SPORT

DI

360 visualizzazioni



CALCIO: Il Forlì prende le distanze, "Il razzismo non ci appartiene" | FOTO

Continua a fare discutere il caso di razzismo che si sarebbe verificato domenica scorsa nel corso del derby di serie D tra Forlì e Victor San Marino, quando alcuni cori discriminatori si sarebbero levati dalla tribuna del "Morgagni" per colpire il giocatore degli ospiti Abi Serigne Deme. Il club biancorosso ha voluto rimarcare la sua assoluta estraneità ai fatti e la sua ferma volontà di contrastare ogni forma di razzismo. "Il Forlì Football Club a partire dal proprio Presidente Gianfranco Cappelli - si legge nel comunicato diffuso dai biancorossi - esprime il totale dissenso e distacco dall’episodio di razzismo che si sarebbe verificato sugli spalti dello stadio Morgagni durante Forlì-Victor San Marino, evidenziato dalla stampa questa mattina. Siamo infatti pronti a ricordare negli annali la giornata di ieri come una domenica di festa. La bella vittoria della squadra in campo affiancata da una splendida cornice, con la gradinata ospiti invasa da oltre 300 bambini e genitori in rappresentanza della scuole elementari coinvolte nel progetto Euronics - Forlì nelle scuole. Non solo, sugli spalti anche i ragazzi della casa famiglia Santa Chiara, una delle realtà sociali della nostra città. Una rappresentanza della comunità senegalese invitata allo stadio in seguito ad una delle tante iniziative di inclusione da noi portate avanti. E poi ancora lo stand dell’Avis nel piazzale dello stadio Morgagni per la ensibilizzazione alla donazione di sangue e la fascia arcobaleno donataci dall’associazione Live Onlus che il nostro capitano porta con orgoglio costantemente al braccio. L’ingresso in campo con le due squadre delle squadre del settore giovanili dopo il match day tour nei locali dello stadio e negli spogliatoi, un’esperienza unica nel suo genere che porta i bambini a vivere da vicino le emozioni della partita. Insomma un evento molto più grande della partita in sé, che racchiude tutti i valori che la Società sta costruendo in questi mesi grazie alle iniziative proposte per la gente di Forlì".




ALTRE NOTIZIE DI SPORT

CALCIO: Grammatica attende di conoscere il futuro, "Priorità al Ravenna" | VIDEO

Il futuro del Ravenna è tutto da scrivere, quello di Grammatica... pure. Il direttore sportivo sarebbe più che intenzionato a confermare il proprio impegno anche nella prossima stagione. "Se sarò ancora io il ds - precisa lui - avrò bisogno di confrontarmi con la proprietà per capire quale sarà l'obiettivo, l'ambizione e il tipo di calcio che si vorrà fare. Io sono convinto che in questa squadra ci siano almeno quattro giocatori di categoria superiore che hanno dimostrato ampiamente le proprie qualità e altri ancora che possono far parte di un gruppo di una squadra di serie C: da quelli si potrebbe ripartire". La vittoria del campionato non è arrivata ma il giudizio di Grammatica sulla stagione del Ravenna resta comunque molto chiaro. "È un fatto su cui ho riflettuto molto in questi giorni: nella mia carriera ho avuto la fortuna di vincere tre campionati di C ma questa la considero la stagione migliore perché è stata veramente complicata per tutto quello che è accaduto". Un legame che si è fatto strettissimo anche con la tifoseria della "Mero". "Con loro ho costruito un rapporto molto franco e sento di doverli ringraziare a uno a uno perché il loro calore non è mai mancato".