Nazionali

Indo-Pacifico: Usa, 'assieme a Italia per mantenere pace nell'area'

NAZIONALI - Washington, 21 mag. (Adnkronos) - "Gli Stati Uniti e l’Italia hanno discusso le priorità comuni nella regione per promuovere un Indo-Pacifico libero e aperto, compreso il mantenimento della pace e della stabilità nel Mar Cinese Meridionale e nello Stretto di Taiwan, esortando la Cina a cessare le spedizioni di beni a duplice uso verso la Russia, da utilizzare nella guerra contro l’Ucraina". Lo comunica l'ufficio del portavoce del Dipartimento di Stato Usa, parlando dell'incontro di oggi a Washington fra il vice segretario di Stato Kurt Campbell e il segretario generale del Ministero degli Affari esteri italiano Riccardo Guariglia, che hanno co-presieduto il dialogo sull'Indo-Pacifico. La delegazione statunitense comprendeva alti funzionari governativi del Dipartimento di Stato, del Consiglio di Sicurezza Nazionale e del Dipartimento della Difesa. "Abbiamo discusso degli sforzi congiunti per risolvere la crisi in peggioramento in Birmania, della cooperazione marittima e di sicurezza nell’Indo-Pacifico, delle iniziative regionali sull’energia pulita e cambiamento climatico - prosegue la nota - Il vice segretario Campbell e il segretario generale Guariglia hanno inoltre colto l’occasione per discutere della crisi in Israele e Gaza, in Ucraina, ritenendo la Russia responsabile della guerra e della sicurezza in Nord Africa, nonché di altre priorità della presidenza italiana del G7".

Mo: Katz, 'Francia condanni richiesta Cpi contro Israele'

Parigi, 21 mag. (Adnkronos) - Il ministro degli Esteri israeliano Israel Katz ha chiesto al suo omologo francese Stéphane Séjourné “di dichiarare forte e chiaro che la decisione del procuratore capo della Cpi è inaccettabile per lui e per il governo francese, indipendentemente dall’autorità della corte”. Parlando in un evento parigino per celebrare i 75 anni di relazioni tra Israele e Francia, Katz ha aggiunto che “questo è ciò che hanno fatto i nostri amici in tutto il mondo, e questo è ciò che mi aspetto dal nostro amico, il governo francese”. "La Francia riconosce l'indipendenza della Corte penale internazionale", aveva affermato Séjourné. “Spetterà ora ai giudici della Cpi decidere se questi mandati verranno concessi”. Il ministro francese aveva anche esortato a non tracciare una “equivalenza” tra le richieste di mandato d'arresto per i leader israeliani e quelli di Hamas.

Mo: Israele revoca sequestro e ordina restituzione attrezzatura ad Ap

Tel Aviv, 21 mag. (Adnkronos) - Il ministro delle Comunicazioni israeliano Shlomo Karhi ha revocato la decisione di confiscare l'attrezzatura di trasmissione dell'Associated Press, che i suoi ufficiali avevano sequestrato presso la filiale di Sderot. Karhi ha ordinato la restituzione dell'attrezzatura, che secondo l'Ap, veniva utilizzata per trasmettere una visione generale del nord di Gaza. Le norme di censura militare israeliane vietano la trasmissione di dettagli come i movimenti delle truppe che potrebbero mettere in pericolo i soldati, tuttavia Ap sostiene che le riprese dal vivo mostravano semplicemente il fumo che si alzava sul territorio. Il Ministero delle Comunicazioni aveva dichiarato che le trasmissioni erano "illegali" e mostravano le attività dei "soldati dell'Idf e mettevano in pericolo i nostri combattenti". Oltre alla telecamera, gli agenti hanno confiscato un treppiede, due microfoni e un modem LiveU Net. Il Ministero delle Comunicazioni ha inoltre fornito un video che mostrava Ap e al Jazeera, bandita da Gaza, trasmettere esattamente lo stesso filmato.


TUTTE LE NOTIZIE NAZIONALI