16 APRILE 2024

10:40

NOTIZIA DI CRONACA

DI

777 visualizzazioni


16 APRILE 2024 - 10:40


NOTIZIA DI CRONACA

DI

777 visualizzazioni



FORLÌ: Schianto tra due auto, 83enne muore sul colpo | VIDEO

Tragico incidente ieri pomeriggio a Forlì dove un uomo di 83 anni è deceduto a seguito di uno scontro con un’altra vettura. 

Questa l’auto di Dante Boattini, una Mazda, dentro la quale l’uomo, 83 anni, residente a Forlimpopoli, ha perso la vita a seguito di un tragico incidente avvenuto lunedì nel tardo pomeriggio, lungo la circonvallazione della via Emilia tra Cesena e Forlì. Dalle immagini di vede chiaramente il colpo, terribile, arrivato proprio nel lato del conducente, che non gli ha lasciato scampo.

Lo schianto con un’altra vettura si è verificato intorno alle 17.30. Boattini, secondo i primi riscontri effettuati dalla Polizia Locale, si stava immettendo nella tangenziale provenendo da via Giorgio Amendola, all’altezza dell’ex zuccherificio. Proprio in quel momento, tuttavia, è sopraggiunta un’Alfa Romeo, guidata da un 31enne residente a Predappio. L’auto dell’uomo ha centrato in pieno la Mazda, colpendo la fiancata. L’impatto è stato violentissimo, con l’auto della vittima che è stata scaraventata via per una ventina di metri, terminando la sua corsa in un parcheggio che si trova a lato della strada.

A quel punto è stato lanciato l’allarme. I soccorsi sono arrivati in pochi minuti grazie a una ambulanza che si trovava già nelle immediate vicinanza. E’ stato anche fatto decollare l’elicottero di Romagna Soccorso, in modo da trasportare l’83enne in ospedale nel più breve tempo possibile. I tentativi di salvargli la vita si sono però rivelati vani. Troppo gravi le ferite provocate dall’impatto. Ferito, in maniera lieve, anche il 31enne che si trovava sull’altra vettura.




ALTRE NOTIZIE DI CRONACA

RAVENNA: Un bazar di droghe in casa, due arresti

Un'operazione condotta dai Carabinieri di Ravenna ha portato alla scoperta di un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti e all'arresto di una coppia italiana, lui di 40 anni e lei di 36. Durante una perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto 5 chili di hashish suddivisi in panetti e circa un chilo di cocaina già confezionata all’interno di vari contenitori per alimenti e buste per il sottovuoto. Insieme alle droghe, sono state trovate bilance digitali di precisione e macchine per il sottovuoto, con annesse buste simili a quelle utilizzate per il confezionamento delle sostanze stupefacenti. Le indagini, avviate dai Carabinieri della stazione di Mezzano, hanno portato i militari a sospettare del 40enne, operaio con piccoli precedenti, per attività di spaccio e detenzione di hashish presso la propria abitazione. All’arrivo delle forze dell’ordine, l’uomo e la sua convivente hanno manifestato evidente nervosismo, culminato in frasi confuse e senza senso. Poco dopo, il sospettato ha ammesso le proprie responsabilità consegnando spontaneamente oltre 100 grammi di hashish, sostenendo che fosse per uso personale. I militari, tuttavia, hanno deciso di proseguire con una perquisizione più approfondita, estendendola a tutti i locali della casa e agli spazi attigui. La ricerca ha portato alla scoperta di una stanza adibita a deposito/lavanderia, dove era nascosto un vero e proprio bazar della droga. Tutte le sostanze e il materiale sono stati sequestrati. La coppia è stata arrestata con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione della Procura della Repubblica di Ravenna, trasferita rispettivamente nei carceri di Forlì e Ravenna.