8 MAGGIO 2023

09:00

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

498 visualizzazioni


8 MAGGIO 2023 - 09:00


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

498 visualizzazioni



FAENZA: MIC, inaugurato il nuovo allestimento delle ceramiche classiche

Inaugurato al MIC di Faenza il nuovo allestimento delle ceramiche classiche. Dopo oltre vent’anni l’esposizione verrà sensibilmente rivista, tanto nei contenuti didattici e nella selezione dei manufatti quanto nella veste grafica. “L’aggiornamento dei manufatti – precisa la conservatrice Valentina Mazzotti, coordinatrice del progetto di riallestimento – porterà in mostra un nucleo di oggetti provenienti dai depositi (il 15% per la parte classica e il 37% per quella romana), che per la prima volta verranno presentati al pubblico, dopo un’accurata revisione del loro stato di conservazione. Inoltre il percorso espositivo verrà aggiornato, offrendo un inquadramento di carattere storico-culturale per la parte greco-etrusca, diversamente da quella romane con una presentazione di tipo tematico-funzionale, che evidenzierà l’impiego della ceramica (e non solo) nei vari aspetti della vita quotidiana”.

“La nuova proposta espositiva delle ceramiche della Grecia e dell’Italia nell’antichità classica – commenta il curatore Andrea Gaucci – si pone in continuità con la precedente, riorganizzando le vetrine sulla base di quattro grandi aree tematiche storico-culturali e offrendo alcuni approfondimenti. Il principio che guida l’esposizione è il dialogo tra Grecia e Italia. Il percorso si apre con le ceramiche egee dell’età del Bronzo, quelle fenicie e quelle greche di periodo arcaico, e poi si continua valorizzando la produzione del Ceramico di Atene, il cui ruolo nel Mediterraneo tra VI e IV sec. a.C. è stato di primo piano. Seguono le feconde produzioni apule di tradizione greca e indigena, e poi quelle del mondo etrusco. In parallelo sono proposti approfondimenti specifici: la ceramica attica e la produzione locale a Spina, il porto etrusco nel Delta del Po; le ceramiche indigene della Puglia antica influenzate dal mondo greco e le altre produzioni coloniali figurate in Italia meridionale; il bucchero etrusco”.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ