20 NOVEMBRE 2023

16:43

NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

714 visualizzazioni


20 NOVEMBRE 2023 - 16:43


NOTIZIA DI ATTUALITÀ

DI

714 visualizzazioni



CESENA: Dialoghi Malatestiani, sabato appuntamento con Testa e Barberis

Sabato 25 novembre l'Aula Magna della Biblioteca Malatestiana di Cesena accoglierà “Dialoghi Malatestiani", una giornata di dibattito e confronto sull'economia, l'ambiente e la cultura organizzata da Nazione Futura e Confcommercio - Comprensorio cesenate in collaborazione con l'associazione Il Crocevia e l'associazione Valori e Libertà. L’evento si aprirà alle 10.30 con l'inaugurazione e i saluti introduttivi degli organizzatori. Subito dopo, dalle 11 si parlerà dei disastri dell'ambientalismo ideologico e le sue conseguenze socio-economiche. Introdotti da Michele Vitiello, della Fondazione Ottimisti e Razionali, e Stefano Spinelli, de Il Crocevia, dibatteranno tra loro Chicco Testa, Presidente di Assoambiente, il giornalista di Mediaset Francesco Vecchi e Augusto Patrignani, presidente di Confcommercio cesenate. A moderare il dibattito sarà Emanuele Chesi de "Il Resto del Carlino”. La giornata riprenderà poi alle 15 con la presentazione di “Segnali in codice”, il romanzo del Caporedattore de "Il Giornale" Gabriele Barberis sul tema del terrorismo. Introdotti da Francesco Mondardini di Nazione Futura Cesena, a dibattere insieme all'autore ci saranno Francesco Giubilei e Andrea Ungari, professore  della LUISS Guido Carli, moderati da Francesco Zanotti del "Corriere Cesenate". In seguito i protagonisti saranno i vincitori del concorso letterario Tin Bota, indetto da Historica Edizioni e dedicato alla Romagna. La giornata, in­ne, si chiuderà alle ore 17 con la presentazione dell'ultima fatica del giornalista Daniele Capezzone, "E basta con sto fascismo!". Ad aprire il dibattito sarà Elisabetta Farneti di "Valori e Libertà" che lascerà poi la scena a Hoara Borselli di “Libero” e a Francesco Giubilei che, moderati da Paolo Morelli, direttore responsabile de "La Voce Repubblicana", discuteranno con l'autore del libro. “Per Confcommercio - mette in luce Augusto Patrignani, presidente di Confcommercio cesenate – un’organizzazione economica di rappresentanza deve operare a favore dello sviluppo delle imprese e del territorio anche alzando l’asticella del dibattito sui temi economici, sociali, ambientali e culturali, pertanto dando seguito alla felice esperienza del festival della Libertà, siamo tra i promotori dei Dialoghi Malatestiani che grazie ai prestigiosi relatori fornirà spunti declinabili anche sul territorio e sono personalmente molto felice di partecipare al dibattito sull’ambientalismo ideologico che considero uno dei fattori di maggior criticità che irretisce, partendo da premesse pregiudiziali e malposte, lo sviluppo e la crescita”.

Aggiunge Francesco Giubilei, presidente di Nazione Futura e co-organizzatore dell’evento: “Dialoghi Malatestiani nasce per discutere temi e argomenti di attualità dall’economia all’ambiente alla cultura con ospiti locali e nazionali che porteranno a Cesena un dibattito di alto livello. Ringrazio la Confcommercio e il presidente Augusto Patrignani per il sostegno. L’avvicinarsi di due appuntamenti elettorali importanti come le elezioni europee e le amministrative a Cesena impongono una riflessione non solo di carattere politico ma anche culturale e valoriale riportando al centro del dibattito proposte concrete”.

 “I Dialoghi Malatestiani - mette in luce il presidente de Il Crocevia Tommaso Marcatelli - rappresentano un evento culturale di grande interesse per la nostra città. Non vi è alcun dubbio che oggi occorra fare i conti con un preoccupante problema ambientale ed ecologico. La considerazione dell’ambiente però in termini solo ambientali o tecnici, disgiunti da quelli umani e sociali è il massimo del tradimento ideologico. Occorre dunque partire da un rinnovato approccio antropologico per riaffermare il rispetto di una ecologia integrale che parta dalla premura per l’umano che è in ciascuno di noi”.

“Come associazione Valori e Libertà - sottolineano Elisabetta Farneti e Lucia Macagnino - abbiamo aderito molto volentieri a ‘Dialoghi Malatestiani’. Gli argomenti trattati sono di grande attualità, spesso compressi dal ‘politicamente corretto’ e proprio per questo meritano spazi di condivisione più liberali. Da 16 anni collaboriamo sempre volentieri con altre realtà della Romagna condividendo progetti e traguardi perché per noi la pluralità, la collaborazione e la libertà di esprimere sé stessi e i propri valori, rientrano tra le pietre angolari della democrazia”.




ALTRE NOTIZIE DI ATTUALITÀ

RAVENNA: Rigassificatore, Pichetto Fratin, “Una garanzia di 5 mld di metri cubi” | VIDEO

Proseguono come da cronoprogramma i lavori per il rigassificatore offshore di Ravenna, che approderà a 8,5 km da Punta Marina a fine anno per entrare in esercizio nel primo trimestre del 2025. Lo stato di avanzamento è pari a circa il 90% per le opere a terra (con 450 mila ore lavorate) e superiore al 50% per le opere a mare (800 mila ore lavorate). La nave rigassificatrice si trova attualmente in cantiere a Dubai per gli adeguamenti necessari alla sua collocazione nelle coste antistanti Marina di Ravenna. Da febbraio 2024, inoltre, si sta lavorando allo smantellamento della piattaforma Petra, fase alla quale ha fatto seguito, da metà maggio, l’installazione delle strutture della nuova piattaforma di ormeggio (un’opera imponente lunga circa 440 metri e dal peso di oltre 14.000 tonnellate). I lavori per la diga foranea (circa 900 metri), attualmente in fase di gara, inizieranno ad agosto 2024 e termineranno a ottobre 2026, garantendo sicurezza e operatività in continuo dell’impianto anche in condizioni meteomarine particolarmente avverse. Queste le informazioni al centro della conferenza stampa tenutasi oggi a Ravenna, durante la quale il Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto Fratin, il Sindaco di Ravenna Michele de Pascale e l’Amministratore Delegato di Snam Stefano Venier sono intervenuti insieme per fare il punto sulla roadmap per l’arrivo della BW Singapore, nave rigassificatrice acquistata da Snam nel luglio 2022 e dotata – come l’Italis Lng in esercizio a Piombino dal luglio 2023 - di una capacità di rigassificazione annua di 5 miliardi di metri cubi. Con l’entrata in esercizio della BW Singapore, la capacità di rigassificazione complessiva del Paese salirà a 28 miliardi di metri cubi all’anno, un volume corrispondente a circa il 45% della domanda italiana di gas del 2023. Una cifra, i 28 miliardi metri cubi, uguale a quanto importato dalla Russia nel 2021 e, come tale, capace di consolidare la sicurezza degli approvvigionamenti cui l’Italia, anche attraverso l’ampio ventaglio di azioni e progetti in capo a Snam, sta continuando a lavorare. Sono state confermate anche le ricadute positive per il territorio connesse alla realizzazione dell’impianto. Degli oltre 240 fornitori coinvolti, infatti, più di 80 vengono dalla Provincia di Ravenna o dall’ Emilia-Romagna. Sono stati assegnati contratti a imprese del territorio del Ravennate per oltre 300 milioni di euro (corrispondenti a circa il 30% dell’intero investimento). Ogni anno, poi, Snam sosterrà costi per 30 milioni di euro (servizi marittimi, attività O&M, servizi meteo e monitoraggi), che a loro volta alimenteranno l’economia del territorio. Dal punto di vista occupazionale, sono 800 le risorse impegnate nel progetto, ma in corrispondenza del picco di attività le persone al lavoro saranno più di 1.200.